Dona alla Casa Famiglia

Nel 1973 don Oreste Benzi, fondatore dell'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII (APG23), diede vita alla prima Casa Famiglia per accogliere le persone di cui "non si innamora nessuno": disabili anche molto gravi, adolescenti a rischio, bambini con famiglie in difficoltà, anziani soli e ragazze liberate dalla tratta, per dare loro non solo un luogo in cui vivere, ma soprattutto una famiglia.

Per questo, nelle Case Famiglia APG23 ci sono un papà e una mamma, spesso una coppia di sposi o due figure che ricoprono il ruolo di genitori. Non c'è differenza tra i figli nati nel matrimonio e accolti: ognuno è importante, perché diventa figlio, fratello o sorella, zio, nonno... Nelle Case Famiglia APG23 si vive tutti insieme, 24 ore su 24, condividendo la propria vita, come in tutte le famiglie.

La Casa Famiglia è il luogo privilegiato dell'accoglienza, dove il povero, come amava ripetere don Benzi, entra senza bussare.

Aiutaci a continuare ad essere famiglia con chi non ce l'ha!
Sostieni le case famiglia.

Sì, ci sto

Scelgo di sostenervi con una donazione di:

Carrello solidale

Carrello vuoto...