Un pulmino per un paese intero

Per maggiori informazioni puoi scrivere a infoapg23@apg23.org oppure chiamaci

"In casa siamo in 7, io e mia moglie Tania e i nostri 5 figli, di cui uno adottato. Non siamo pochi, ma in questo momento la nostra casa famiglia è "vuota", perché le persone che accoglievamo fino a poco fa sono tutte andate verso l'autonomia e non ne sono ancora arrivate altre.

Intanto, visto che non sappiamo stare "fermi", stiamo seguendo – Tania in particolare – un progetto nato qui a Cesena. Si chiama "Il Mantello di San Martino", un'attività di raccolta di indumenti usati. Così, il nostro nuovo pulmino, un Ford Transit Combi, dopo il quotidiano giro per portare a scuola o all'asilo i bambini, serve anche per andare a ritirare le cose che le persone del paese ci donano e portarle nel posto che il Comune ha dato in uso per questa attività (2 aule di una vecchia scuola non più utilizzata).

Due giorni a settimana chi ha bisogno può venire a vedere cosa abbiamo raccolto e prendere ciò che serve, indumenti di ogni tipo. Chi ha bambini trova oggetti utili come culle, passeggini, scalda biberon… Tania e gli altri volontari preparano tutto: ritirano i sacchi da concittadini generosi, smistano il contenuto in base alla tipologia, piegano e sistemano tutto affinché chi arriva possa trovare subito ciò che cerca.

Nel nostro territorio tante realtà hanno accolto persone in fuga da guerre e povertà, quindi il terzo giorno le sale sono aperte appositamente per loro: giovani che vengono a prendere soprattutto giacche e scarpe, perché arrivano senza nulla e scalzi.

Ai ragazzi profughi che vivono nella nostra zona non mancano solo le scarpe, ma anche un mezzo di trasporto. L'unica cosa che rimediano sono le biciclette, ma pedalare nella campagna cesenate a qualsiasi ora del giorno e della notte è molto pericoloso. Quindi mia moglie si è resa disponibile ad andare a prenderli per portarli a lezione d'italiano. Indovinate? Sempre con il nostro pulmino.

E per finire, siccome è nuovo di zecca, lo prestiamo spesso ad altre case famiglia della Comunità che devono affrontare lunghi viaggi, o per vacanza o per incontri e impegni vari. Insomma, il pulmino è stato un dono alla nostra famiglia, ma come siamo abituati a fare in Comunità, non ci consideriamo proprietari ma amministratori dei beni che abbiamo, e siamo sempre pronti e disponibili a condividerli con gli altri. Il pulmino c'è, grazie a Dio e a voi, e se c'è un bisogno, è lì per servire, non per restare parcheggiato in garage."

Andrea

Papà della Casa Famiglia Sant'Alberto - Cesena

 

 

Ci sono altre 500 famiglie e case famiglia come la nostra nella Comunità Papa Giovanni XXIII e oltre 41.000 persone che ogni giorno contano sul nostro aiuto.

Continua a starci vicino e sostenere le Case Famiglia APG23!
 


Carrello solidale

Carrello vuoto...